Cocciopesto

Il cocciopesto è utilizzato come rivestimento impermeabile per pavimenti sia interni che esterni. È composto da frammenti di laterizi (tegole o mattoni) minutamente frantumati e malta fine.
In Italia, già dagli Etruchi veniva eseguito tale tipo di pavimento ma furono prevalentemente i Romani che divulgarono tale tecnica.
Il cocciopesto fa parte di quei pavimenti “poveri” che venivano realizzati in ambienti umili, come le case del popolo, botteghe (mercato Traiano a Roma), ecc.
Attualmente viene prodotto industrialmente un granulato ottenuto dalla frantumazione di laterizi a pasta molle (cotti a temperatura inferiore a 850°), selezionato in varie granulometrie. Il materiale, legato con calce aerea o calce idraulica naturale e con sabbia, è particolarmente adatto non solo al recupero del patrimonio edilizio storico, ma anche all’edilizia biocompatibile.